Archivio per: Turchia

Piattaforma di helpdesk e supporto a NSA/LA nel settore dello sviluppo


Piattaforma di helpdesk e supporto a NSA/LA nel settore dello sviluppo

In un periodo di due anni, il progetto ha cercato di migliorare l’accesso alle informazioni, ai metodi e alle migliori pratiche su EuropeAid che concede obblighi contrattuali agli attori non statali e agli enti locali nei NSM, aiutandoli così a rafforzare e ampliare la loro capacità di cooperazione internazionale.



Nel gennaio 2009 PuntoSud ha lanciato insieme ai suoi quattro partner esecutivi (ForS – Czech Forum) il progetto finanziato dalla Commissione Europea – DG EuropeAid intitolato Helpdesk platform and support to New Member State (NMS) Non State Actors/Local Authority in the Development Sector per la Cooperazione allo Sviluppo dalla Repubblica Ceca, AID 24 – Ungherese Baptist Aid dall’Ungheria, Apel Service dalla Romania e People in Peril Association dalla Slovacchia) e due Associati (Caritas Polska dalla Polonia e Support to Life dalla Turchia).

In un periodo di due anni, il progetto ha cercato di migliorare l’accesso alle informazioni, ai metodi e alle migliori pratiche su EuropeAid che concede obblighi contrattuali agli attori non statali e agli enti locali nei NSM, aiutandoli così a rafforzare e ampliare la loro capacità di cooperazione internazionale. Al centro di questo sforzo c’erano tre attività principali, o strumenti: un helpdesk, un sito web e una serie di sessioni di formazione. Questi strumenti potrebbero fornire il supporto necessario per le organizzazioni nell’Europa orientale, così come in altri paesi, che lavorano con la DG EuropeAid.

In effetti, un’analisi preliminare dei bisogni effettuata da PuntoSud ha rivelato che le organizzazioni in tutta l’UE – inclusi, ma non solo, NMS – necessitano di assistenza nella pianificazione e gestione dei progetti CE e, più specificamente, EuropeAid.

Nel tentativo di affrontare i bisogni e affrontare le difficoltà delle organizzazioni in tutta l’UE, con particolare attenzione ai NMS, il progetto ha progettato i tre strumenti per il supporto e lo sviluppo delle capacità sopra menzionati. Tali strumenti intendono essere complementari e fungere da elementi sinergici di uno sforzo più ampio, così come espresso nell’obiettivo specifico: “Accesso alle informazioni, ai metodi e alle migliori pratiche sui programmi AIDCO obblighi contrattuali garantiti ai Nuovi Stati Membri NSA/AL che desiderano rafforzare e ampliare la loro cooperazione”.

Ciascuno degli strumenti contribuisce a modo suo all’obiettivo del progetto, provvedendo alle diverse esigenze degli utenti. L’helpdesk offre supporto quotidiano a tutte le organizzazioni che lavorano con EuropeAid, sia a livello centrale che sul campo, rispondendo a domande sugli aspetti amministrativi, legali, finanziari e procedurali della preparazione e della gestione delle azioni finanziate da EuropeAid.

In secondo luogo, il sito web contiene informazioni sui prossimi corsi di formazione, documenti scaricabili, accesso al manuale “Il Trenino” e informazioni relative a tutte le fasi del ciclo del progetto. Infine, le sessioni di formazione sono finalizzate al rafforzamento delle capacità principalmente nei NMS, con particolare attenzione alle modalità di finanziamento di EuropeAid e alla gestione dei progetti.

Principali risultati del progetto

Due componenti hanno formato il piano di sviluppo del progetto.

La prima e principale componente includeva la creazione della piattaforma Helpdesk e lo svolgimento delle attività di networking. I suoi principali risultati possono essere così riassunti:

  • Un sito web dedicato all’helpdesk dedicato a facilitare la pianificazione e la gestione dei progetti AIDCO stabiliti per l’intera vita del progetto e dopo.
  • Un servizio di helpdesk creato per supportare le organizzazioni/piattaforme NMS con un team di lavoro disponibile quotidianamente per rispondere a domande, richieste di modelli o consigli per affrontare al meglio la progettazione/gestione di progetti di sviluppo finanziati dalla CE.
  • Un manuale completo sugli obblighi amministrativi e contrattuali dei progetti di sviluppo finanziati dalla CE (il Trenino – ultimo aggiornamento settembre 2011) prodotto e condiviso tra tutte le organizzazioni interessate, riducendo il rischio di incomprensioni di regole e procedure.

La seconda componente ha garantito una specifica azione di capacity building prevista per il personale delle organizzazioni NMS. I suoi risultati sono i seguenti:

  • 9 sessioni di formazione erogate nei paesi partner e in Italia;
  • 12 progetti specifici gestiti da organizzazioni NMS esaminati, supportati e monitorati (hands-on);
  • Piattaforma di helpdesk e networking.

Principali attività del progetto

Componente – Helpdesk

  • Progettazione, preparazione e sviluppo degli strumenti per il sito web specializzato nel supporto del programma AIDCO;
  • Istituzione di un team PuntoSud permanente per fornire il supporto quotidiano alle organizzazioni target;
  • Predisposizione e diffusione delle linee guida “Trenino” per i programmi AIDCO;
  • Lancio e promozione del sito web e dei servizi di helpdesk.

Componente – Sviluppo delle capacità

  • Organizzazione ed erogazione di 9 corsi di formazione/workshop per organizzazioni NMS;
  • Consegna pratica a 12 progetti presentati/attuati/conclusi dalle organizzazioni NMS.



Mondo


Italia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Turchia, Ungheria






DONATORE/I
European Commission – DG EuropeAid



BENEFICIARI

  • NSA/LA da NMS


BUDGET PROGETTO
386.045  EUR



ANNO
2009 – 2011



SETTORI DI INTERVENTO  

Capacity building e formazione, Società civile



SDGs
4 Quality Education

LA STORIA DEL PROGETTO



PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO


  • €100.000

    valore progetto

  • 125

    alunni della scuola primaria

  • 250

    genitori

  • 20

    insegnanti

CONDIVIDERE: ALTRI PROGETTI

EMERGENCY – Sierra Leone

EMERGENCY opera in Sierra Leone dal 2001 con un Centro Chirurgico pensato per le vittime di guerra, poi esteso alla cura dei pazienti ortopedici e di tutte le emergenze chirurgiche.

Leggi di più

Iniziativa EU Aid Volunteers

Il contratto quadro di 4 anni EU Aid Volunteers mira a sviluppare un programma di formazione per l’iniziativa EU Aid Volunteers, fornire servizi di formazione ai candidati volontari e valutare le competenze dei candidati volontari formati.

Leggi di più

Sudan – Salute e nutrizione per la popolazione vulnerabile Mayo

Il progetto EMERGENCY ha il suo asse d’azione presso il Centro Pediatrico nell’area Mayo, dove EMERGENCY non solo offre assistenza pediatrica gratuita e qualificata, ma fornisce anche assistenza prenatale alle donne e promuove un approccio preventivo al bambino e alla madre attraverso l’educazione sanitaria.

Leggi di più

Env.Net | organizzazioni che si occupano di ambiente nei Balcani e in Turchia

Società civile e reti ambientali nei Balcani e in Turchia


ENV.net

Con il progetto ENV.net da quasi dieci anni facilitiamo e valorizziamo il lavoro delle organizzazioni che si occupano di ambiente nei Balcani e in Turchia, favorendo l’adozione di un approccio di rete e la valorizzazione delle risorse e potenzialità dei diversi contesti.



Il progetto “ENV.net factoring the Environmental Portfolio for Western Balkans and Turkey in the EU Policy Agenda” è implementato in Albania, Kosovo, Serbia, Belgio, FYROM, BiH, Montenegro, Italia e Turchia.
Con un importo complessivo di 1 M€, il progetto è stato cofinanziato dalla Commissione Europea – Direzione Generale EuropeAid, ed ha avuto inizio nel dicembre 2017 per una durata di 40 mesi.
Il progetto ha come obiettivo quello di creare un contesto favorevole per la società civile e i media pluralistici, per consentire un dialogo efficace con i governi sulla politica ambientale ed influenzarne i processi decisionali.
Inoltre ENV.net svolge un ruolo di primo piano nell’elaborazione delle politiche sulle questioni ambientali, orientando il dibattito sull’economia circolare e le questioni relative ai cambiamenti climatici, coinvolgendo le organizzazioni della società civile ambientali, i media e la società nei Balcani occidentali e nella regione della Turchia.

Le nostre attività principali

Nell’ambito del progetto svolgiamo innanzitutto un ruolo trasversale, in particolare per:

  • Elaborare e fornire strumenti comuni per il networking e la collaborazione delle OSC per capitalizzare l’esperienza acquisita nelle fasi precedenti (dal 2012 al 2016);
  • Identificare e condividere le buone pratiche all’interno dei partner;
  • Contribuire alla definizione del pacchetto di supporto finanziario a parti (es. linee guida, modelli, modalità di M&E) e all’identificazione di modelli efficaci e condivisi;
  • Supportare la revisione dei moduli di eLearning esistenti, diversificando temi e modalità, ed il rafforzamento della strategia di comunicazione.

Abbiamo inoltre cercato di porre le basi per estendere alcune delle attività chiave allo scenario italiano al fine di garantire la diffusione e lo scambio di buone pratiche e modelli innovativi nell’ambito dell’economia circolare, in particolare:

  • Contribuiamo alla preparazione di una metodologia congiunta per la valutazione dell’economia circolare applicabile nei Balcani occidentali e in Turchia;
  • Revisioniamo l’esperienza esistente in Italia in merito ai modelli e alle pratiche di economia circolare;
  • Organizziamo un viaggio di studio tematico in Italia sulle pratiche di Economia Circolare.




Balcani occidentali, Italia, Turchia


WEBSITE




DONATORE/I
Commissione Europea – Direzione Generale
EuropeAid



BENEFICIARI

  • 14 OSC ambientali di base nei Balcani occidentali e in Turchia
  • 10-14 organizzazioni dei media nei Balcani occidentali
  • Cittadini dei paesi ENV.net


BUDGET PROGETTO
EUR 1.083.313



ANNO
2017 – 2021



SETTORI DI INTERVENTO  

Advocacy/Awareness raising/Comunicazione, Ambiente/Lotta al cambiamento climatico, Capacity building e formazione, Società civile



SDGs
SDGs Sustainable cities and communitiesSDGs Climate Action


IL PROGETTO IN NUMERI



  • € 1.083.313

    valore progetto

  • 14

    OSC

  • 10-14

    organizzazioni

CONNETTERE: ALTRI PROGETTI

Snapshots From the Borders

Snapshots From the Borders è un progetto triennale volto a rafforzare una nuova rete attiva tra le città che affronti direttamente i flussi migratori alle frontiere dell’UE, come modo per promuovere una più efficace coerenza delle politiche a tutti i livelli.

Leggi di più

Prevenzione e lotta contro la dispersione scolastica in Lombardia

ERRE2 è un progetto triennale co-fondato da Impresa Sociale Con I Bambini, guidato dall’Opera Diocesana Patronato San Vincenzo. L’obiettivo principale è quello di creare e attivare una rete per creare un ambiente favorevole ai giovani, consentendo loro di sperimentare diverse opportunità innovative/educative e modelli di relazione educativa positiva. All’interno di ERRE2, PuntoSud promuove uno studio di impatto.

Leggi di più

Ambiente e processi partecipativi: Milano nel futuro

Il progetto “Milano in Cartoline – Immaginare la città del futuro” intende costruire un processo decisionale, partecipativo e democratico con i cittadini di 3 Quartieri di Milano (Ponte Lambro – Molise Calvairate Ponti – Gratosoglio), per progettare con loro il futuro sostenibile del territorio, in risposta al cambiamento climatico e per costruire coesione sociale.

Leggi di più