Archivio per: Europa

Snapshots From the Borders


Snapshots From the Borders

Snapshots From the Borders è un progetto triennale volto a rafforzare una nuova rete attiva tra le città che affronti direttamente i flussi migratori alle frontiere dell’UE, come modo per promuovere una più efficace coerenza delle politiche a tutti i livelli.



Snapshots From the Borders è un progetto triennale cofinanziato dall’Unione Europea (linea di bilancio EuropeAid DEAR), gestito da 35 partner, autorità locali di confine e organizzazioni della società civile. Il progetto, coordinato dal Comune di Lampedusa e Linosa, mira a migliorare la comprensione critica dei decisori europei, nazionali e locali e dell’opinione pubblica sulle interdipendenze globali che determinano i flussi migratori verso i confini europei, nella prospettiva del raggiungimento degli obiettivi SDG, in particolare SDG 1 , 5, 10, 11 e 16.

In particolare, il progetto intende rafforzare una nuova rete attiva orizzontale tra le città che affrontano direttamente i flussi migratori ai confini dell’UE, come modo per promuovere una più efficace coerenza delle politiche a tutti i livelli (europeo, nazionale, locale).

Nell’ambito del progetto, la campagna No more bricks in the wall è stata sviluppata sia a livello locale (a livello di città), nazionale (a livello di stato membro) che a livello dell’UE (Bruxelles e istituzioni dell’UE), composta da materiali, azioni sui social media, concerti e festival, mostre. La campagna è coordinata da AMREF e mira a informare i cittadini europei che la migrazione è un fenomeno complesso e multidimensionale e una questione politica che richiede sforzi e azioni concrete intraprese da persone e organizzazioni/reti a tutti i livelli della società.

Una migliore comprensione da parte degli europei della migrazione come questione di sviluppo unita al coinvolgimento promuove la cittadinanza globale e crea forti legami di solidarietà. Le prospettive dirette e il coinvolgimento delle frontiere sono un valore aggiunto per aumentare la consapevolezza, condividere le conoscenze, incoraggiare la partecipazione e mostrare ai cittadini che hanno un ruolo importante da svolgere. Portando voci e soluzioni efficaci dai confini dove si vive direttamente la migrazione, le persone saranno più informate e consapevoli delle determinanti e delle azioni e diventeranno protagoniste nel chiedere un mondo equo. I messaggi che raggiungono il pubblico dell’UE attraverso i media presentano la migrazione come un problema di emergenza con un impatto negativo che semplifica eccessivamente cause e determinanti. Una volta che le persone saranno consapevoli della dimensione, dell’implicazione, delle cause e delle soluzioni, cercheranno un cambiamento di atteggiamento in termini di sostegno alla società civile.

Alla fine, lo scopo ultimo della campagna è: attrarre cittadini nei Territori di Frontiera e in tutta Europa, entrambi già desiderosi di solidarietà nei confronti dei migranti.




Europa


Europa, Italia






DONATORE/I
European Commission – Directorate-General for Internal Cooperation & Development



BENEFICIARI

  • 260 decisori/legislatori a livello comunale, nazionale e comunitario
  • 390 dipendenti pubblici
  • 45.000 cittadini dell’UE raggiunti da attività transnazionali
  • 2.000.000 di cittadini raggiunti da campagna web/social


BUDGET PROGETTO
5.367.995 EUR



ANNO
2017 – 2020



SETTORI DI INTERVENTO  

Advocacy/Awareness raising/Comunicazione, Diritti umani e Governance/Accountability, Migrazioni e diaspora



SDGs
 SDGs Gender Equality SDGs Reduced Inequalities SDGs Sustainable cities and communities

LA STORIA DEL PROGETTO



PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO


  • €100.000

    valore progetto

  • 125

    alunni della scuola primaria

  • 250

    genitori

  • 20

    insegnanti

CONNETTERE: ALTRI PROGETTI

Prevenzione e lotta contro la dispersione scolastica in Lombardia

ERRE2 è un progetto triennale co-fondato da Impresa Sociale Con I Bambini, guidato dall’Opera Diocesana Patronato San Vincenzo. L’obiettivo principale è quello di creare e attivare una rete per creare un ambiente favorevole ai giovani, consentendo loro di sperimentare diverse opportunità innovative/educative e modelli di relazione educativa positiva. All’interno di ERRE2, PuntoSud promuove uno studio di impatto.

Leggi di più

Ambiente e processi partecipativi: Milano nel futuro

Il progetto “Milano in Cartoline – Immaginare la città del futuro” intende costruire un processo decisionale, partecipativo e democratico con i cittadini di 3 Quartieri di Milano (Ponte Lambro – Molise Calvairate Ponti – Gratosoglio), per progettare con loro il futuro sostenibile del territorio, in risposta al cambiamento climatico e per costruire coesione sociale.

Leggi di più

DG-ECHO

Formazione e servizi di supporto alla DG ECHO

Da oltre 15 anni supportiamo la Direzione Generale per gli Aiuti Umanitari e la Protezione Civile dell’Unione Europea (DG ECHO) per favorire una gestione corretta e trasparente degli interventi umanitari e una collaborazione efficiente ed efficace tra il soggetto donatore (UE) e le organizzazione beneficiarie dei fondi (ONG, Organizzazioni Internazionali e Agenzie specializzate degli Stati Membri).

Leggi di più

1Planet4all

1Planet4All


1Planet4All

1Planet4All lavora in 12 paesi europei per la sensibilizzazione e attivazione dei giovani nello sviluppo di azioni concrete per la lotta al cambiamento climatico.



1Planet4All è un progetto di 3 anni cofinanziato dall’Unione Europea all’interno del programma DEAR (Development Education and Awareness Raising), volto a sensibilizzare e coinvolgere i giovani europei in 12 Stati membri dell’UE sui cambiamenti climatici per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile e ispirare il loro attivo impegno in azioni concrete per comunità sicure, inclusive e “climaticamente intelligenti”. Il cambiamento chiave previsto contribuirà a promuovere la cittadinanza attiva dei giovani europei per implementare l’Agenda 2030, rafforzando il senso di interdipendenza, responsabilità personale e solidarietà tra paesi sviluppati e in via di sviluppo per un futuro sostenibile per tutti.

Tre sono gli output chiave attesi:

  • Migliore comprensione dell’impatto del cambiamento climatico a livello globale, compresa l’impluenza dello stesso sul il tema della migrazione e dell’urgenza di un’azione individuale e collettiva;
  • Una nuova generazione è stata ispirata, formata e qualificata per diventare agenti di cambiamento e incoraggiare i loro pari e decisori ad agire nella loro vita quotidiana per combattere il cambiamento climatico e lottare per invertire il trend;
  • Coinvolgimento di giovani europei per sviluppare idee concrete e intraprendere azioni per affrontare il cambiamento climatico e le sue problematiche.

E’ previsto il lancio di una campagna congiunta per coprire tutti i 12 paesi partner dell’UE e integrata da campagne a livello nazionale, per migliorare la comprensione dei giovani sui temi del progetto. Sono inoltre previste diverse azioni e iniziative per incoraggiare i giovani ad agire, ed aumentare il loro coinvolgimento.

Le nostre attività principali

  • Supporto al monitoraggio del progetto
  • Definizione degli strumenti e condivisione di buone pratiche
  • Supporto ed assistenza tecnica per la definizione e gestione di modelli di financial support a parti terze
  • Creazione e realizzazione di sinergie in relazione ad interventi a favore della lotta al cambiamento climatico, in particolare con il programma NOPLANETB di Fondazione PuntoSud


Resilient GAP, una delle CSO che beneficia di un sostegno finanziario a terzi in Italia, ha prodotto una guida molto interessante per fare scelte sostenibili.

Europa


Europa


WEBSITE




DONATORE/I
European Commission – Directorate-General for Internal Cooperation & Development (DEAR)



BENEFICIARI

  • 8.555.555 giovani (15-35 anni) miglioreranno la loro consapevolezza
  • 147.940 giovani leader saranno ispirati a diventare agenti di cambiamento
  • 26.380 giovani hanno sviluppato idee concrete


BUDGET PROGETTO
EUR 7.778.000



ANNO
2020 – 2023



SETTORI DI INTERVENTO

Advocacy/Awareness raising/Comunicazione, Ambiente/Lotta al cambiamento climatico, Società civile, Sviluppo sostenibile



SDGs
SDGs Sustainable cities and communities SDGs Climate Action


IL PROGETTO IN NUMERI



  • € 7.778.000

    valore progetto

  • 8.555.555

    giovani consapevoli

  • 147.940

    leader del cambiamento

  • 26.380

    idee concrete

CONDIVIDERE: ALTRI PROGETTI

EMERGENCY – Sierra Leone

EMERGENCY opera in Sierra Leone dal 2001 con un Centro Chirurgico pensato per le vittime di guerra, poi esteso alla cura dei pazienti ortopedici e di tutte le emergenze chirurgiche.

Leggi di più

Iniziativa EU Aid Volunteers

Il contratto quadro di 4 anni EU Aid Volunteers mira a sviluppare un programma di formazione per l’iniziativa EU Aid Volunteers, fornire servizi di formazione ai candidati volontari e valutare le competenze dei candidati volontari formati.

Leggi di più

Sudan – Salute e nutrizione per la popolazione vulnerabile Mayo

Il progetto EMERGENCY ha il suo asse d’azione presso il Centro Pediatrico nell’area Mayo, dove EMERGENCY non solo offre assistenza pediatrica gratuita e qualificata, ma fornisce anche assistenza prenatale alle donne e promuove un approccio preventivo al bambino e alla madre attraverso l’educazione sanitaria.

Leggi di più