Archivio per: Eswatini

Swaziland – Rafforzamento delle organizzazioni della società civile


Swaziland – Rafforzamento delle organizzazioni della società civile

Migliorare l‘impatto e l’efficacia della società civile nello Swaziland, attraverso l‘aumento della difesa e dell’efficacia della comunicazione delle organizzazioni della società civile e delle loro capacità e competenze nell’accesso e nella gestione delle risorse.



Il progetto Fostering Communication and Cooperation between Non State Actors (NSA) a beneficio della società civile dello Swaziland mira a migliorare l’impatto e l’efficacia della società civile nello Swaziland, attraverso l’aumento della difesa e dell’efficacia della comunicazione delle organizzazioni della società civile (OSC) e dell’efficacia le loro capacità e competenze nell’accesso e nella gestione delle risorse.

Il progetto è realizzato da PuntoSud e dalla ONG italiana Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti (COSPE), in stretta collaborazione con le OSC dello Swaziland. Con un importo complessivo di 1,1 M€, il progetto è cofinanziato dalla Commissione Europea – Direzione Generale EuropeAid. È iniziato nell’agosto 2013 per una durata di 42 mesi.

La strategia dell’azione si è articolata intorno a tre risultati:

  1. Le NSA dello Swaziland hanno accesso a informazioni di qualità e sono incluse nei meccanismi di coordinamento/condivisione delle informazioni;
  2. Miglioramento delle capacità delle NSA e maggiori opportunità di coordinare, negoziare e sostenere le diverse parti interessate (governo dello Swaziland, autorità locali, UE, ecc.);
  3. L’accesso alle informazioni chiave per lo sviluppo delle capacità e l’allineamento procedurale agli standard e ai regolamenti della CE/principali donatori è garantito all’NSA dello Swaziland (sulla pianificazione del progetto, la gestione del progetto e la responsabilità organizzativa.

Il progetto mira a migliorare la cooperazione, la partecipazione e la collaborazione delle OSC nei processi di sviluppo in Swaziland e sfruttare le priorità comuni al fine di rafforzare e coordinare meglio gli sforzi di advocacy delle OSC. Mira inoltre a migliorare i sistemi di comunicazione, il networking e il flusso di informazioni tra le OSC e le reti ea sviluppare le loro capacità, attraverso corsi di formazione che offrono strumenti pratici per una partecipazione più efficace ai processi di sviluppo.

Si prevede che al termine del progetto si sarebbero raggiunti i seguenti risultati:

  • Una società civile vivace con istituzioni solide con sistemi in atto in grado di sfruttare le opportunità disponibili a livello internazionale e regionale;
  • Rafforzato gli sforzi di advocacy all’interno delle OSC;
  • Miglioramento del networking e del flusso di comunicazione;
  • Potenziamento dei sistemi organizzativi e delle strutture di governance;
  • Migliore capacità di gestione dei progetti e migliore accesso alle opportunità di finanziamento.

Nell’ambito di una strategia coordinata, PuntoSud è responsabile della componente n.3, e delle seguenti attività:

  • Progettare e fornire un programma di apprendimento completo: è stato progettato un pacchetto di attività di sviluppo delle capacità, tra cui formazione frontale in classe, helpdesk, attività di tutoraggio e tutoraggio, apprendimento a distanza, per rivolgersi al personale chiave e non chiave delle OSC.
  • Istituire l’Associazione di monitoraggio e valutazione dello Swaziland (MEAS) e favorirne il posizionamento nel Paese e nella Regione, con l’obiettivo di sviluppare capacità di monitoraggio e valutazione e contribuire a creare la cultura della trasparenza e della responsabilità attraverso dati e prove.
  • Sviluppo di una piattaforma web, erogazione di corsi di formazione a distanza e fornitura di un servizio di helpdesk per lo screening dei progetti e supporto quotidiano.



Africa


Eswatini




PARTNER



DONATORE/I
European Commission – Directorate General EuropeAid



BENEFICIARI

  • OSC con i seguenti strumenti: sub-concessione, attività congiunte (es. tavole rotonde, conferenze, eventi sociali), sessioni di formazione/e-learning/mentoring/tutoring
  • Tutte le comunità servite dalle OSC


BUDGET PROGETTO
1.111.082,65 EUR



ANNO
2013 – 2017



SETTORI DI INTERVENTO  

Advocacy/Awareness raising/Comunicazione, Capacity building e formazione, Diritti umani e Governance/Accountability



SDGs
SDGs Reduced Inequalities

LA STORIA DEL PROGETTO



PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO

PARTNER
15 consorzi finanziati

BUDGET PROGETTO
5555 EURO


  • €100.000

    valore progetto

  • 125

    alunni della scuola primaria

  • 250

    genitori

  • 20

    insegnanti

CONDIVIDERE: ALTRI PROGETTI

EMERGENCY – Sierra Leone

EMERGENCY opera in Sierra Leone dal 2001 con un Centro Chirurgico pensato per le vittime di guerra, poi esteso alla cura dei pazienti ortopedici e di tutte le emergenze chirurgiche.

Leggi di più

Iniziativa EU Aid Volunteers

Il contratto quadro di 4 anni EU Aid Volunteers mira a sviluppare un programma di formazione per l’iniziativa EU Aid Volunteers, fornire servizi di formazione ai candidati volontari e valutare le competenze dei candidati volontari formati.

Leggi di più

Sudan – Salute e nutrizione per la popolazione vulnerabile Mayo

Il progetto EMERGENCY ha il suo asse d’azione presso il Centro Pediatrico nell’area Mayo, dove EMERGENCY non solo offre assistenza pediatrica gratuita e qualificata, ma fornisce anche assistenza prenatale alle donne e promuove un approccio preventivo al bambino e alla madre attraverso l’educazione sanitaria.

Leggi di più

Società civile e diritti umani in Eswatini


Diritti umani e società civile

In Eswatini ci occupiamo di rafforzare le associazioni che si occupano di diritti umani attraverso la diffusione di conoscenze e metodi partecipativi , e facilitando il lavoro delle reti locali e l’interazione tra i diversi soggetti pubblici e privati coinvolti nel paese africano.



La “Piattaforma della società civile per l’inclusione sociale” riconosce che mentre il Regno di Eswatini ha ratificato tutte le convenzioni internazionali sui diritti umani, tra cui ICCP e MESKP, nonché riconosciuto molti di questi diritti nella Costituzione, l’effettiva attuazione delle disposizioni contenute nei documenti è in sensibile ritardo. Questo è stato riconosciuto da diversi sistemi internazionali di monitoraggio dei diritti umani (HR), come UPR, CEDAW e ICRC.

Pertanto il progetto ha riconosciuto la necessità di un’azione coordinata e congiunta delle organizzazioni della società civile interessate, coordinate da CANGO che si propone come organizzazione ombrello delle ONG,con lo scopo di richiedere le riforme necessarie.

La proposta progettuale nasce dai contatti e dallo sforzo congiunto del capofila, CANGO, e della co-richiedente PuntoSud e mira a consolidare una cultura di inclusività e tolleranza nel paese, che sia in grado di facilitare le discussioni e gli scambi tra i vari stakeholder, inclusa la società civile organizzazioni, istituzioni governative, leader tradizionali e altri. L’intento è quello di impegnarsi sulle principali questioni rilevanti relative all’applicazione della governance democratica nel paese, e in particolare della libertà di espressione e di riunione, colmando le lacune esistenti nella comunicazione tra le parti interessate e riducendo le differenze tra le interessi in gioco.
Si ritiene che ciò contribuisca concretamente a gettare le basi per un ambiente più favorevole, in cui i diritti umani siano protetti, promossi e goduti, nonché l’uguaglianza di genere e l’emancipazione delle donne.

Le nostre attività principali

  • Sistematizzazione della teoria del cambiamento
  • Supporto alla creazione di una piattaforma multi-stakeholder per l’inclusione sociale promossa dalle organizzazioni della società civile
  • Monitoraggio delle attività svolte dalla piattaforma
  • Supporto alla creazione e realizzazione di uno schema di financial support

Africa


Eswatini


WEBSITE




DONATORE/I
Commissione europea – Direzione generale per la cooperazione interna e lo sviluppo (EIDHR)



BENEFICIARI

  • I membri dei consorzi CANGO
  • Le istituzioni governative
  • le autorità tradizionali
  • I cittadini e le comunità di Eswatini e le loro famiglie, in particolare le persone più vulnerabili alle violazioni dei diritti umani come le donne.


BUDGET PROGETTO
EUR 485.922



ANNO
2020 – 2023



SETTORI DI INTERVENTO  

Advocacy/Awareness raising/Comunicazione, Capacity building e formazione, Diritti umani e Governance/Accountability, Parità di genere, Società civile



SDGs
SDGs Reduced Inequalities


IL PROGETTO IN NUMERI



  • €100.000

    valore progetto

  • 125

    alunni della scuola primaria

  • 250

    genitori

  • 20

    insegnanti

CONDIVIDERE: ALTRI PROGETTI

EMERGENCY – Sierra Leone

EMERGENCY opera in Sierra Leone dal 2001 con un Centro Chirurgico pensato per le vittime di guerra, poi esteso alla cura dei pazienti ortopedici e di tutte le emergenze chirurgiche.

Leggi di più

Iniziativa EU Aid Volunteers

Il contratto quadro di 4 anni EU Aid Volunteers mira a sviluppare un programma di formazione per l’iniziativa EU Aid Volunteers, fornire servizi di formazione ai candidati volontari e valutare le competenze dei candidati volontari formati.

Leggi di più

Sudan – Salute e nutrizione per la popolazione vulnerabile Mayo

Il progetto EMERGENCY ha il suo asse d’azione presso il Centro Pediatrico nell’area Mayo, dove EMERGENCY non solo offre assistenza pediatrica gratuita e qualificata, ma fornisce anche assistenza prenatale alle donne e promuove un approccio preventivo al bambino e alla madre attraverso l’educazione sanitaria.

Leggi di più